Le cadute

L’uomo vive e prospera con i piedi attaccati a terra e cadere è qualcosa che lo spaventa molto. La sensazione di cadere, contiene sorpresa e imprevedibilità. Di solito quando ci si sveglia da un sogno in cui si sta precipitando gli effetti sono sgradevoli, ci si sveglia con il cuore in tumulto e un senso di panico. Il precipitare, rispetto al cadere o allo scivolare, contiene una connotazione di pericolo ancora maggiore, qualcosa che non si può arrestare, che è inevitabile ed irreversibile. Sognare di precipitare, ci riporta al mito di Icaro.
Tutto ebbe inizio da un sacrificio di un toro che il Re Minosse non onorò nei confronti del dio Nettuno. Offeso per l’oltraggio subito, il dio del mare, volle punire duramente il re e fece invaghire irrimediabilmente la regina Pasifae, moglie di Minosse dello stesso toro. Da questo innaturale accoppiamento, nacque un mostro dalla testa di toro e dal corpo umano. In preda alla vergogna, Minosse incaricò Dedalo, fabbro e affermato architetto di costruire un immenso palazzo che potesse ospitare il mostro. Il palazzo doveva contenere sale e corridoi ma disposti in modo così intricato da rendere impossibile l’uscita a chiunque vi entrasse. <
Al toro venivano sacrificati ogni anno prigionieri di guerra, schiavi ma anche fanciulli ateniesi come tributo di una disfatta a sfavore di Atene. Fu grazie a Teseo, figlio eroico del re ateniese Egeo che sconfisse il mostro e interruppe questi crudeli sacrifici. Teseo e Arianna, figlia di Minosse, si innamorarono a prima vista. La principessa, non potendo sopportare l’idea di perdere Teseo in modo così ingiusto e disumano, chiese aiuto a Dedalo, che le consegnò un filo magico.
Minosse, appena venne informato del successo di Teseo grazie alla complicità di Dedalo, fece imprigionare l’abile artefice e suo figlio Icaro nello stesso labirinto e quella che fu una sua formidabile creazione divenne la loro prigione.
Dedalo, creativo e pieno di risorse non si disperò a lungo e architettò la loro evasione costruendo ali usando della cera per saldare gli intrecci. Prima di decollare, si raccomandò a suo figlio di non volare troppo in alto perché il calore del sole sarebbe stato deleterio.
Icaro volava alto nel cielo. Era felice. In balia di meravigliose e sconosciute sensazioni volteggiava nel cielo estasiato non curante dei richiami di suo padre. Volle spingersi ancora più in alto alla ricerca di una meta da raggiungere. Non si rese conto del pericolo a cui era già andato in contro, il calore del sole infatti, aveva sciolto la cera. Icaro precipitò vorticosamente nel mare e annegò.
Sognare di cadere, potrebbe essere interpretato come un avvertimento. Un rischio di caduta nella vita di tutti i giorni, per esempio per una scala malferma o una ringhiera poco sicura.
Molto spesso, i sogni che riguardano le cadute, esprimono stati di angoscia legati alla paura: paura di subire perdite finanziarie, di affrontare pericoli e disgrazie, di perdere la stima, la fiducia o l’apprezzamento di persone a noi care. Anche chi teme di non essere all’altezza di un certo incarico, magari lavorativo può sognare di cadere (vedi naturalia family life di febbraio).
Cadere da luoghi troppo alti, può essere un monito per chi pensa di osare troppo o diversamente, di chi soffre di sensi di inferiorità. “Coloro che mancano di realismo o che hanno un’opinione di se’ troppo alta, o che fanno dei progetti grandiosi senza alcun rapporto con le loro reali capacità, sognano di volare o di cadere” (C.G.Jung – L’uomo e i suoi simboli- Ed. Tea, Milano)
angoscia e il disagio. In questo caso il sogno, può interpretare il rifiuto delle difficoltà e delle sofferenze della vita con il tentativo di raggiungere un Paradiso onirico. Da un punto di vista spirituale può esprimere il bisogno di elevarsi vero il divino.

Sognare di cadere rovinosamente a terra.

Maria Cristina scrive:
di più.

Risposta:
Gentile Maria Cristina, purtroppo la convinzione di molte donne è proprio quella che lei ha menzionato nello scriverci. Nel medioevo la menopausa significava, quando una donna aveva la fortuna di raggiungerla, la fine della vita, e non veniva più considerata. Agli inizi del 1800, la menopausa non era vissuta come momento di cessazione fisiologica dell’età riproduttiva, ma se ne dava valore simbolico, che si ricollegava ad una ridotta considerazione femminile. In sostanza erano considerate soltanto le donne che potevano procreare. Oggi certamente non è più così. Le donne vivono questa fase come un momento di grande cambiamento nella loro vita e sempre in modo più positivo piuttosto che negativo. La medicina, l’omeopatia e tanti altri rimedi che sono oggi a disposizione delle donne in menopausa possono veramente dare una mano sostanziosa e fare in modo di vivere questo passaggio in armonia, serenità e soprattutto equilibrio interiore. Il medioevo è finito!
Secondo la Smorfia, i numeri 51 e 56 sono associati al cadere per terra.

Sognare di cadere dalla bici. 

Michele scrive:
altro. Alcune notti fa, ho sognato di cadere dalla bici. Ho associato questo sogno ad una paura da esame che dovrò affrontare. Vorrei una rassicurazione in merito se possibile.

Risposta:
La bicicletta nel linguaggio onirico, è un simbolo di maturità consapevole nell’affermazione della personalità e di un buon equilibrio psichico. Cadere dalla bici è sinonimo di insicurezza, di tentennamento a superare forse, l’esame in questione. Non dubiti di lei. Si faccia coraggio!
I numeri associati a questo sogno secondo la Smorfia, sono 18, 63 e 8.

Sognare di inciampare. 

Mirella scrive:
Ho sognato di essere in preda a vertigini. Nel sogno non riuscivo a camminare perché inciampavo, cercavo di tornare a casa ma era molto faticoso avevo paura di impazzire.

Risposta:
Forse lei sta attraversando un periodo di stress. In genere questi sogni arrivano in momenti di grande stanchezza e stress mentale.
Secondo la Smorfia, il numero 80 è collegato al sognare di inciampare.

autrice: Manuela Mariani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + 17 =