IL CERCHIO “ARCOBALENO”

cerchio arcobalenoCome i colori dell’Arcobaleno nascono dalla rifrazione della Luce, che è in realtà la Sorgente prima dei molteplici stati della materia, così la diversità delle dimensioni vibrazionali e psichiche della mente si può rintracciare in maniera simile nella simbologia astrologica. Lo Zodiaco rappresenta l’Aura della Terra, il suo campo energetico e psichico. Attraverso 12 livelli di coscienza fondamentali, sia la Terra che l’individuo sperimentano una visione peculiare della realtà a partire dall’Ariete che rappresenta l’impulso vitale, la manifestazione dell’immanifesto, fino ad arrivare all’Acquario e ai Pesci che rappresentano il mistero,  l’ignoto e l’infinito spazio che si spalanca oltre i limiti del conosciuto,  il ritorno a casa di ogni spirito libero.           

Ogni segno zodiacale rappresenta uno stadio concluso e perfetto in se stesso e nello stesso tempo un passaggio temporaneo, che a partire dalla dimensione visibile si apre gradatamente verso  i piani invisibili passando per tutte le sfumature e frequenze, sia nell’ambito di una stessa vita che nel percorso di più vite. Il sistema energetico umano composto dall’insieme corpo-mente–spirito, indipendentemente dal segno in cui nasce o da cui è in modo specifico improntato,  sperimenta nel corso della sua esistenza diversi livelli di energia, rappresentati simbolicamente dai dodici segni zodiacali, non solo attraverso i passaggi planetari e i cicli temporali che appartengono al karma individuale, ma anche attraverso le persone e le esperienze con cui sincronicamente  verrà a contatto nel corso della propria vita.

Ognuno, quindi, può sperimentare dentro di sé la matrice, l’impronta dell’energia cosmica attraverso le sue molteplici variazioni, di forma, colore e suono. Ognuno ha la possibilità, ad ogni passaggio, di superare una soglia che conduce su sentieri e cammini non ancora battuti, attraverso nuovi panorami e nuove visioni, in cui è la realtà circostante che, per un effetto ottico, sembra cambiare, quando effettivamente è la  percezione a mutare, ad ampliarsi, ad estendersi oltre quello che era un limite o un ostacolo in precedenza.

Cambiare visione può restituire un’ immagine dell’essere umano inedita, nuova,  e condurlo verso uno stile di vita in cui è l’invisibile ad essere integrato nella realtà ordinaria,  in cui il mondo emotivo, il pensiero, il sogno vengono riconosciuti come cause di effetti visibili, materiali e concreti, sempre più presenti nella dimensione terrena e non più relegati in un mondo a parte, separato.  Comprendere che è a partire dall’invisibile che prende vita la realtà e non il contrario, può cambiare in meglio la qualità della vita, tante ombre che dall’ignoto si materializzano sotto forma di paure ancestrali e consuetudini distruttive potrebbero dissolversi nella luce e nella brillantezza di una visione superiore.

Autrice: Eva Giacomelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + 13 =