Il Bagatto

Colui che cerca se stesso incontra il Bagatto. Chi è il Bagatto? Si tratta di uno stregone o di un mago. La differenza?
È una e fondamentale: lo stregone esercita il suo potere nel mondo della natura e nella vita, mentre il mago ci illude, ci inganna sulla realtà delle cose.
Gli uomini si rendono colpevoli di tante tragedie, crimini, orrori in tutto il mondo che si fatica a immaginare che la magia sia in noi. Tuttavia il messaggio del Bagatto è che nulla è magico, contrariamente a ciò che ci vuol far credere il mago, l’illusionista. Siamo noi che rendiamo il mondo magico grazie al potere della nostra volontà che agisce su tutto ciò che esiste. Chi sono i maghi di oggi? Sono maghi tutti quegli uomini che riescono a illudere: il mago della finanza, del calcio, ci sono maghi purtroppo anche nel campo della medicina.
L’energia del mago però, viene espressa anche in situazioni più quotidiane: un abile cuoco per esempio, che con soli pochi ingredienti riesce a cucinare piatti appetitosissimi. Una brava padrona di casa, che riesce far sentire a proprio agio i suoi invitati, anche quelli inaspettati. Un bravo mago è anche quella persona che riesce a destreggiarsi in situazioni stressanti in un giorno in cui la sua agenda è piena di impegni oppure, chi riesce a portare pace in una situazione litigiosa che si è creata. Nel mazzo dei Tarocchi è la carta numero 1 e in quanto uno contiene tutte le potenzialità per poter svolgere ogni lavoro con il massimo del successo. Il Bagatto infatti, sul suo tavolo di lavoro ha tutti gli strumenti possibile che gli permettono di realizzare la sua creatività. Gli strumenti non sono altro che i quattro elementi cosmici: una spada (elemento aria, maschile e attivo), indice di razionalità, rapidità mentale e di espansione, proprietà di una mente che discrimina, divide e analizza. Una coppa (elemento acqua, femminile e ricettivo), mondo delle emozioni, indice di contenimento, amore e passione. Una moneta, (elemento terra, femminile e condensante), simbolo delle cose materiali e della realizzazione pratica. Un bastone, (elemento fuoco, maschile e trasformatore), aspetto creativo, rivolto a cielo, indice di calore e trasformazione.
Se pensiamo in termini scientifici a quell’incredibile mescolanza che costituisce il patrimonio genetico, capace di caratterizzarci individualmente, scopriremo anche qui quattro semi: le quattro basi che si chiamano ADENINA, TIMINA, CITOSINA e GUANINA, che si alternano e s’inseguono lungo la catena del DNA. Nella mano destra stringe una bacchetta, congiunzione tra cielo e terra. Attraverso la bacchetta, canalizza l’energia cosmica e dà vita a tutto ciò che crea.
Per fare questo comunque, il Bagatto ha ben piantati i piedi nella terra. Questo gli permette di essere sempre presente a se stesso. Sugli angoli di un tappeto quadrato, posiziona quattro candele accese che rappresentano i quattro elementi della terra. Osserva attentamente la fiamma delle candele, e quando sei pronto per poter riprodurre la stessa immagine dentro di te, chiudi gli occhi. Respira profondamente. Concentrati sulla respirazione: all’aria che entra, all’aria che esce. Mentre respiri immagina che il fuoco di queste quattro candele penetri nel tuo corpo e purifichi ogni organo apportandogli benessere e guarigione.
Respirando ancora più profondamente, immagina che lo stesso calore scaturito dalla fiamma delle candele, vada ancora più in profondità fino a raggiungere il tuo DNA. Respirando sempre più profondamente, visualizza ogni colore dell’arcobaleno che vivifica tutte le eliche del tuo DNA sentendoti in uno stato di profondo rilassamento e benessere.
Quando pensi che il lavoro si sia concluso, con i tuoi tempi torna alla realtà sentendo il contatto con il pavimento e riaprendo gli occhi.

autrice: Manuela Mariani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto + 18 =